A Nativis abbiamo preparato questo itinerario di 3 giorni per farti scoprire in famiglia la quinta città spagnola, con una popolazione non superiore a 700.000 abitanti e più di 2.000 anni di storia storia: Saragozza. Ma, oltre ad essere una città ricca di storia e cultura, Saragozza è anche una città piena di vita, parchi e aree verdi che la rendono una destinazione ideale per viaggiare con i bambini. Questo piano include 2 notti di alloggio in un hotel nel centro di Saragozza, i biglietti per il più grande acquario fluviale d'Europa, alcuni consigli sui ristoranti dove andare con i bambini e un itinerario pensato nei minimi dettagli perché grandi e piccini possano godersi questa città. In questo percorso visiterai luoghi di interesse come la Basilica di Nostra Signora del Pilar, vedrai le Mura Romane e attraverserai il Ponte di Pietra. Inoltre, avrai abbastanza tempo per passeggiare e divertirti in famiglia nel Parque Grande de Labordeta e nell'Expo Water Park, dove si trova il più grande acquario fluviale d'Europa. 

++
a partire dal
€94
A testa

Sei interessato?

Fai la tua ricerca e assicurati il miglior prezzo.

Dettagli dell'esperienza

Guida di viaggio di 3 giorni a Saragozza in famiglia con ingresso all'acquario fluviale

Giorno 1:

Arrivo a Saragozza e primo contatto con la città

Non appena arrivi a Saragozza, puoi cogliere l'occasione per conoscere il centro storico della città. La prima tappa sarà il Muro Romano e il Torreón de la Zuda, ad esso annesso. Queste mura, dichiarate Sito di Interesse Culturale, furono costruite dai Romani, che diedero il nome di Cesaragusta alla città in onore del suo fondatore Cesare Augusto. Dopo il passare dei secoli e dopo anni di conquiste da parte di visigoti, musulmani e cristiani, questo nome ha portato al nome che conosciamo oggi: Saragozza. Per questo motivo, riteniamo che sia il modo migliore per iniziare il tuo viaggio a Saragozza. Inoltre, appena a sinistra delle mura, si erge una grande torre. È il Torreón de la Zuda, costruito durante l'invasione musulmana nell'VIII secolo. Proseguendo verso il fiume, troverai il Ponte di pietra, da cui puoi guarda alcune vedute della città, con il fiume Ebro e la Basilica del Pilar sullo sfondo. Se vai al tramonto i panorami sono ancora più meravigliosi. Attraversando questo ponte, lungo di esso ci sono diversi punti panoramici e, alla fine del percorso, si trova il Balcón de Lázaro, dove puoi scattare alcune delle più belle foto di famiglia. Se vuoi continuare a scattare foto mitiche, il Caballito de La Lonja è un altro luogo storico e uno dei preferiti dai bambini per scattare foto, poiché per farlo devi salire sul dorso di una scultura di cavallo . Per concludere la giornata, puoi passeggiare per la Plaza del Pilar, il centro nevralgico della città dove si trovano i monumenti più importanti della città, come la Basilica del Pilar e la Cattedrale di Saragozza, bar, ristoranti e negozi di souvenir. Senza dubbio, è un luogo essenziale per Saragozza e turisti in quanto ospita la Basilica di Nuestra Señora del Pilar ed è il luogo in cui si svolgono le più grandi feste ed eventi della capitale aragonese. Vi avevamo già detto che non potrete smettere di fare foto e video... Nei dintorni si vendono i dolci tipici della zona come ciottolato o frutti di cioccolato. Sono sicuro che i ragazzi e le ragazze in casa adoreranno provarli.

Cosa vedrai oggi?

Giorno 2:

Alla scoperta di El Pilar e del Parque Grande Saragozza con la famiglia

Oggi visiterai i monumenti più rappresentativi della città. La prima visita sarà la Basilica di Nostra Signora del Pilar, una delle cattedrali più grandi del mondo e la cui tradizione vuole che sia stato il primo tempio mariano della cristianità. Situato in Plaza del Pilar, l'interno di questa basilica è d'obbligo e gratuito da visitare. Entrando troverai la Cappella Santa, dove si trova la Santa Patrona dell'Ispanità, Saragozza e la Guardia Civile: la Virgen del Pilar. Così chiamato perché si trova sopra un pilastro che in realtà è di diaspro. Oltre alla Vergine, all'interno puoi trovare diverse opere d'arte di Goya e dipinti del pittore Antonio González Velázquez, una grande pala d'altare in alabastro, oltre ad altre sagrestie e molte altre cappelle dedicate a Santa Ana, San José, San Antonio de Padova, San Braulio, San Agustín, Santa Rosario, San Pedro Arbués, San Lorenzo, San Joaquín e l'apostolo Santiago. Come nota storica, sulle pareti ci sono i missili che furono lanciati durante la Guerra Civile e che non esplosero quindi non riuscirono a distruggere la Basilica. Questi missili hanno lasciato dei buchi nelle pareti e nel tetto del tempio. Devi guardare da vicino in modo da poter giocare con i bambini per trovarli. Una volta terminata la visita, non dimenticare di fermarti al negozietto all'uscita. Lì vendono i famosinastri con la misura della Vergine, come simbolo di protezione degli ammalati e dei viandanti. In effetti, difficilmente vedrai una persona di Saragozza senza questo nastro in macchina, in moto, nel passeggino...

Una volta che hai visto la Pilarica, se vuoi puoi salire al Torre del Mirador del Pilar. Il biglietto si acquista a La Seo, proprio accanto, e comprende la visita di entrambi i monumenti a un prezzo modico. La Torre Mirador del Pilar non ha accesso dall'interno della Basilica, ma l'ingresso è realizzato da uno dei lati del Pilar, precisamente nella torre di San Francisco de Borja. Da lì, un ascensore panoramico in vetro ti porterà fino a 62 metri in circa 20 secondi. I bambini lo adoreranno! Che sì, in seguito dovrai fare il resto della salita (18 metri) tramite le scale a chiocciola. Non preoccuparti perché ci sono due sezioni dove fermarti a riposarti prima di raggiungere il grande belvedere vetrato, situato a 80 metri di altezza e con una spettacolare vista a 360º sulla città, con il fiume Ebro da un lato e le cupole della Basilica , all'altro. 

Se è ora di mangiare, il nostro consiglio è di andare nella zona di Santa Marta o El Tubo, dove troverai diversi ristoranti, bar e caffetterie. Non sono ristoranti con un'area giochi ma sono tradizionali e perfetti per provare alcune delle tapas, pinchos e piatti tipici di Saragozza. Dopo aver mangiato, un po' di esercizio e giochi non guasta. Nel Parque Grande non mancheranno giostre, intrattenimento e divertimento. Questo parco riunisce famiglie di Saragozza e visitatori da tutta la Spagna in quanto è un'area verde nel centro della città, famosa per le sue fontane che si illuminano al calar della notte. Inoltre, questo parco ha un treno che lo attraversa e lo adorano per i bambini. Questo è il trenino Chuchu, un trenino molto vivace con musica per bambini che fa più volte il giro del sito. Il biglietto si acquista nello stesso punto in cui parte ed è molto conveniente. Nei dintorni del Parque Grande troverai caffetterie, bar e ristoranti, nel caso tu abbia voglia di fare uno spuntino o qualcosa da mangiare. Se preferisci cenare vicino al centro, troverai diversi ristoranti con area per bambini per far giocare i bambini e gli adulti possono rilassarsi un po'. Tra questi ci sono il Dídola Don Jaime, una caffetteria ristorante e libreria ideale per i più piccoli, e il Davia Gulabar, con parco giochi per bambini con castello di legno. 

Cosa vedrai oggi?

Giorno 3:

Parco acquatico EXPO e Acquario di Saragozza

Oggi ti divertirai moltissimo al Zaragoza Expo Park. Costruito nel 2008, questo complesso - vicino all'arrivo dell'AVE-  ha promosso la città, facendone un punto di riferimento nell'organizzazione di eventi e convegni. Inoltre, questo parco fa parte della vita degli abitanti di Saragozza. Puoi vedere famiglie e coppie che camminano la domenica, bambini che giocano e amici di tutte le età che chiacchierano. Il recinto è composto da diversi edifici di grande bellezza e originalità: la Torre dell'Acqua, il Padiglione del Ponte e il Padiglione della Spagna. Accanto ad esso si trova il parco acquatico Luís Buñuel, il più grande parco urbano di Saragozza con un'ampia area verde che sorprendentemente ha una spiaggia fluviale. In questo parco di 120 ettari, puoi svolgere un'ampia varietà di attività per la famiglia, incluso il noleggio di biciclette, kayak o cigni per esplorare il parco via acqua. Ha anche un treno e un parco multi-avventura! Cogli anche l'occasione per passeggiare lungo i suoi sentieri botanici, contemplare i giardini acquatici e l'orologio solare con ruota panoramica.  


Per concludere il weekend, il programma che vi proponiamo include i biglietti per l'Acquario di Saragozza, il più grande acquario fluviale d'Europa. Questo acquario si trova nella stessa area dell'Expo e sicuramente delizierà tutta la famiglia con i suoi enormi pesci di fiume, lontre, uistitì  e rettili: arapaima, pesce gatto, squali malesi, pesci palla d'acqua dolce, storioni, piranha, coccodrilli del Nilo, iguane, tartarughe, camaleonti... Una visita molto divertente! Inoltre, se è ora di mangiare, l'acquario dispone di un ristorante con terrazza all'ultimo piano. Apre tutti i giorni dell'anno e propone un menù giornaliero, un menù festivo  e menù per bambini. 


Ci auguriamo che questo weekend a Saragozza vi divertiate con la vostra famiglia!




Cosa vedrai oggi?

Attività

Contatta un esperto

Se hai domande su questa esperienza, se vuoi maggiori dettagli o se vuoi personalizzare il tuo viaggio, non aspettare oltre! Contattaci e ti aiuteremo a personalizzare il tuo viaggio.

Contattaci se hai bisogno di aggiungere voli, auto a noleggio, trasferimenti o eventi al tuo viaggio. Risolveremo tutti i tuoi dubbi e ti aiuteremo a finalizzare la tua prenotazione.